La nivola

Di solito questo macchinario riposa, diciamo così, nel cielo della cattedrale, e precisamente nella prima campata a sud, non lontano dal foro gnomico della meridiana.

A settembre, per celebrare la ricorrenza della Santa Croce, il proto-ascensore, che oggi è mosso elettricamente laddove un tempo si usavano forti braccia, viene utilizzato dal coraggioso vescovo di Milano per salire ad altezze inconsuete.

Secondo la tradizione ambrosiana, peraltro ricca di leggende, a Milano sarebbe infatti custodito  uno dei chiodi utilizzati per la crocifissione, ritrovati nella prima metà del IV secolo sul Golgota, insieme alla Vera Croce, da Elena, madre dell’imperatore Costantino.

Il Santo Chiodo, portato a terra, viene solennemente esposto alla venerazione dei fedeli, mentre la luce rossa che ne indica la presenza verrà per così dire riaccesa dopo l’esposizione, che dura tre giorni.

Non mancano attribuzioni dell’ingegneristico strumento all’immancabile Leonardo, mentre sembra più certa la datazione al 1576,  durante la peste, della prima processione del Santo Chiodo dal Duomo a San Celso.

Esiste un video piuttosto interessante anche se breve sull’argomento, mentre le immagini della reliquia e della sua custodia non mancano, dal momento che i fedeli amano portar via almeno un ricordo della toccante cerimonia.


Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: